Crostini


IMG_0330

Se avanza del pane, che si può fare? Vediamo:

da un giorno all’altro il pane si conserva decorosamente in frigo – per esempio, potete acquistarlo il sabato per la domenica e andrà benissimo

si può surgelare – in questo caso è bene prestare attenzione alla quantità che si scongela, perché quello che avanzerà non sarà più commestibile

se avanza solo un panino, si può rompere in grossi pezzi, far seccare e poi grattugiare

se non volete seguire nessun di questi suggerimenti, potete preparare i crostini.

Prendete il pane che avete in esubero, rosette, michette, focaccia, pagnotta, e tagliatelo in pezzetti da due centimetri di lato circa (più o meno, ovviamente), insomma tagliateli di una dimensione tale che stiano in bocca comodamente.

Mettete i pezzi di pane in una teglia da forno, apritelo bene che stia in uno strato solo, aggiungete sale, pepe, peperoncino (tutto a piacere) e un filo d’olio su tutto. Mescolate con un cucchiaio di modo che il condimento si distribuisca uniformemente, e passate in forno ventilato a 200° per un quarto d’ora circa (se avete preparato il forno caldo) o comunque finchè vedrete i vostri crostini ben dorati.

Lasciateli raffreddare e conservateli in un sacchetto di plastica o in una scatola ermetica, ben chiusi. Durano a lungo e sono ottimi stuzzichini per l’aperitivo, oppure perfetti per ravvivare una crema di verdura.

Una splendida natura morta, con pane, di Cezanne

pane cezanne

Annunci

11 pensieri su “Crostini

  1. Non sono genovese, ma la tattica del crostino golosissimo così al forno (io però senza peperoncino, ma con il rosmarino o l’origano) la sfrutto anch’io…confermo quanto sia deliziosa e strasfiziosa!! E a dir la verità la cosa mi è stata insegnata da mia suocera, che ha origini in quei di Rapallo…dici che c’entra qualcosa?! ;))

    Mi piace

    • Paola ha detto:

      Mi prendi in contropiede, il crostino non credo sia precisamente genovese (a meno che non vogliamo parlare di quelli fatti con la focaccia, che sono squisiti), non saprei nemmeno collocarlo, ma funziona in tante preparazioni, e ha di bello che si può aromatizzare a piacere, come dici tu

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...