Pasta con melanzane e mandorle


pasta melanzane e mandorle

Ecco una pasta molto buona, fatta con ingredienti estivi e freschi, che regala il piacere della doppia consistenza morbida e croccante.

Gli ingredienti, per 4 persone:

  • 320 gr. di pasta corta (mezze penne, fusilli, farfalle, quello che preferite)
  • 1 melanzana-seta piccola (o mezza grande … in effetti le melanzane-seta sono sempre abbastanza grandi)
  • 4 pomodori perini ben maturi (o l’equivalente di altri pomodori da salsa)
  • 2 mezzi pomodori secchi
  • 50 gr. di mandorle non pelate
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 5 cucchiai di olio di semi di mais
  • 1 spicchio d’aglio
  • Qualche foglia di basilico
  • Peperoncino (a piacere)
  • Sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Preparate innanzi tutto la melanzana: tagliatela a cubetti piccoli, ovvero tagliatela a metà, appoggiandola al tagliere dalla parte piana fatene tante fettine alte circa 1 cm., tagliate in perpendicolare per avere i quadretti della stessa dimensione.

In un tegame grande mettete l’olio di semi e, appena è caldo, aggiungete i dadini di melanzana, abbassate la fiamma e rimescolate affinché non si attacchi e non bruci nulla. Quando vi accorgete che la melanzana ha assorbito tutto l’olio, salatela, coprite con il coperchio e lasciate cucinare a fuoco molto dolce, controllando comunque spesso e rimescolando. Ci vuole un pochino di attenzione, perché l’umidità non è molta e si deve fare in modo che la melanzana non si attacchi e bruci.  D’altra parte, usando poco olio, si evita che la melanzana ne assorba troppo, diventando così meno gradevole, e anche un po’ indigesta.

Ora mettete su l’acqua della pasta;.

Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti.

In un tegame più piccolo fate soffriggere l’aglio (e il peperoncino, se vi piace) nell’olio evo, aggiungete i pomodori e fateli cuocere a fuoco medio, finché non si saranno quasi sfatti, prendendo una consistenza cremosa. Tritate grossolanamente il pomodoro secco e aggiungetelo alla salsa, e tritate le mandorle, se possibile ancora più grossolanamente.

Insomma, per ottimizzare i tempi dovete fare tutte queste cotture insieme, ma è molto più semplice farlo che spiegarlo!. Infatti, sempre negli stessi tempi, visto che l’acqua avrà raggiunto il bollore, dovreste buttare la pasta …

Quando la salsa è pronta, versatela nel tegame delle melanzane (la cui buccia avrà preso, cuocendo, un colore viola-azzurro bellissimo), aggiungete la granella di mandorle e qualche foglia di basilico.

Scolate la pasta e saltatela un minuto nel sugo. Come si dice, scioglievolezza e croccantezza insieme.

Strategie: anziché fare tutto insieme, se preferite, potete cuocere in tempi diversi le melanzane, il sugo (che si può fare più abbondante salvandone una parte prima di aggiungere i pomodori secchi, in fondo è una semplice salsa al pomodoro), e assemblare tutto insieme alla fine. L’importante è aggiungere all’ultimo le mandorle, che così restano croccanti, e il basilico, che dona freschezza.

Variazioni sul tema: Si possono scegliere le melanzane lunghe, ma sono leggermente più amare. Inoltre la buccia è più scura e più spessa. Al posto delle mandorle si possono usare i pinoli.

Vino: Vermentino della Valpolcevera

 

La bellezza di un mandorlo in fiore, naturalmente ad Agrigento

mandorlo in fiore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...