Spezzatino di pesce spada


spezzatino di pesce spada

Summer time, pesce time. Ormai credo che anche i sassi abbiano capito che il pesce fa bene a tutti e a tutto, che possiamo mangiarne senza ritegno perché ha pochissimi grassi e, quei pochi, sono una risorsa. In estate è alimento ideale, non solo perché leggero e digeribile, ma anche perché se ne trova in maggiori varietà e costa sensibilmente meno.

Purtroppo ho la sensazione che esista ancora un po’ di diffidenza verso questo alimento, in generale: è difficile da cucinare, è lungo da cuocere, noioso e difficile da pulire ecc. ecc. Chi, come me, ama cucinare il pesce sa perfettamente che queste sono in gran parte, come dire, leggende metropolitane. In genere, il pesce richiede una cottura molto veloce, ben più veloce che la carne, il che lo rende anche di facile preparazione. Quanto al pulirlo, non mi sembra che sia più difficile da pulire rispetto a un pollo … vabbè, saranno decenni che nessuno pulisce più un pollo! Proprio per questo, i moderni pescivendoli sono quasi sempre disposti a pulirlo per noi.

Vediamo se con la ricetta di oggi riesco a convincere qualcuno ancora perplesso …

Per quattro persone acquistate:

  • 800 gr. circa di pesce spada
  • 500 gr. di pomodori da salsa (perini, datterini, Pachino …)
  • 1 cucchiaio capperi
  • 1 cucchiaio pinoli
  • 1 bella manciata di olive taggiasche (in alternativa, olive verdi)
  • 1 scalogno (o 1 cipollotto)
  • 1 foglia di alloro
  • 4 cucchiai di olio evo
  • Sale (poco), peperoncino

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Con il coltello di ceramica, tagliate il pesce a dadini, tipo spezzatino (ovviamente). Prendete una padella o un tegame ben ampio, in quanto il pesce dovrebbe starci, per quanto possibile, in uno strato solo.

Lavate e pulite bene i pomodori e tagliateli grossolanamente a pezzi.

Tritate lo scalogno o il cipollotto e fatelo soffriggere dolcemente nell’olio, aggiungete il peperoncino, quindi i pinoli e, ricordando la nota massima “qualche minuto per dorarli, un attimo per bruciarli”, fateli soffriggere con attenzione, finchè non cominciano a colorarsi leggermente. Ora mettete il pomodoro, un pochino di sale (poco, che il pesce è saporito), la foglia di alloro e fate cuocere la salsa finchè non diventa una crema – ci vorrà più o meno un quarto d’ora. Appena il sugo ha una consistenza che vi soddisfa, aggiungete i dadini di pesce spada, le olive e i capperi, rimescolate per due o tre minuti sulla fiamma un po’ più vivace, e spegnete. Fate riposare il tutto ancora per qualche minuto, così che il pesce finisca di cuocersi internamente semplicemente con il calore residuo del piatto, quindi servite in tavola uno dei piatti più appetitosi dell’estate.

Strategie: potete preparare la salsa di pomodoro in anticipo, anche il giorno prima, e anche in abbondanza, visto che è perfetta per condire la pasta, magari arricchita con qualche foglia di basilico.

Strategia post: Se lavate piatti e pentole a mano e avete la sensazione che il pesce abbia lasciato un po’ di odore sgradevole, fate l’ultimo risciacquo con acqua ben fredda, e l’odore sparirà.

Variazioni sul tema: pinoli, olive, capperi e peperoncino sono dosabili e intercambiabili a piacere.

Vini: Gavi, Vermentino del Ponente Ligure

pesce spada

Annunci

2 pensieri su “Spezzatino di pesce spada

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...