Giornata Mondiale dell’Acqua


world water day

Oggi, 22 marzo, è la Giornata Mondiale dell’Acqua, una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992. Già mi stupisco che sia stata pensata solo nel 1992: una genovese come me, nata in una regione dove l’acqua scarseggia, dove le sorgenti naturali sono poche e poco approvvigionate, mancando il disgelo delle alte vette, trova istintivo che l’attenzione al consumo di questo bene indispensabile sia così rilevante. In Liguria siamo abituati da sempre ad acqua razionata, e quindi quasi istintivamente ci affrettiamo a chiudere un rubinetto lasciato leggermente aperto, cerchiamo di riutilizzare la stessa acqua quando possibile, e altre piccole attenzioni che ognuno dovrebbe fare sue.

Dobbiamo ricordare che l’acqua presente sulla terra è una quantità finita, ovvero da che mondo è mondo, è sempre la stessa che gira e si rinnova nell’eterno ciclo dell’evaporazione, precipitazioni, alimentazione delle falde acquifere, sorgenti e così via. Man mano che noi ne inquiniamo una parte, questa ben difficilmente ritorna disponibile per la nostra alimentazione, e per questo motivo è importantissimo risparmiare l’acqua potabile che, con tanta apparente facilità e abbondanza, sgorga dai nostri rubinetti.

Ancora oggi, milioni di persone soffrono di mancanza d’acqua e, di conseguenza, mancanza di cibo: nessun animale, nessun vegetale può crescere senz’acqua. Trovo terribile che ancora non si sia trovata una soluzione per questa iniquità.

Tralascio di riportare le solite raccomandazioni che ormai sappiamo a memoria, per risparmiare quanta più acqua possibile: doccia al posto del bagno, rubinetto aperto solo quando davvero serve, recupero dell’acqua usata per lavare la verdura, utilizzata per innaffiare le piante, e bla bla bla …

Vorrei invece portare l’accento sui consumi d’acqua ai quali si pensa meno: avete mai pensato a quanta acqua beve un animale nel suo ciclo vitale, prima di arrivare sulle nostre tavole in forma di bistecca? Senza farsi prendere da un’esagerata parsimonia, vediamo di limitare il consumo della carne, a favore di verdure e frutta che, pare, sono anche più salutari. E ancora, cerchiamo di sostenere le iniziative pubbliche (o chi le propone) che sono davvero mirate al risparmio di questo prezioso elemento.

Pensiamo per un attimo, ma pensiamoci, cosa potrebbe significare, un domani, avere solo l’acqua in bottiglia, e doverla pagare carissima. A quella non potremo rinunciare!

Ecco il sito ufficiale dedicato a questa giornata, anzi, come dovrebbe essere, a tutti i giorni dell’anno

http://www.unwater.org/worldwaterday

E Buona Primavera a tutti 🙂

primavera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...