Pere caramellate al vino rosso


pere vino

Adoro i dolci, e ne mangio troppi, ma non a fine pasto. Quando sono sazia, l’aggiunta di un dessert, per quanto goloso, è piacevole ma non così gratificante come lo è gustarlo in quanto tale, in un momento tranquillo da dedicare al puro piacere della gola.

Dicevo, appunto … è piacevole. E la frutta si presta molto bene a essere leggermente rielaborata per diventare un fine pasto dolce, ma non pesante, non ingombrante, anzi, un po’ digestivo.

Queste pere ne sono un esempio:

Gli ingredienti per quattro persone:

  • 6/8 pere Kaiser o Abate (di solito piacciono molto e quindi una a testa può non essere sufficiente)
  • 8 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 bicchiere di vino rosso robusto
  • acqua

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Tempo di riposo: 30 minuti

Facilissimo.

Accendete il forno statico a 200°.

Lavate molto molto bene le pere, lasciandole quindi intere e con la buccia. Mettete un dito d’acqua sul fondo di una pirofila da forno, se possibile una cosa carina che possa poi andare in tavola. Appoggiate le pere facendo in modo che stiano in piedi (è opportuno che la pirofila sia quindi ben dimensionata). Irroratele con il vino rosso, potete anche abbondare un pochino, e spolverate poi con lo zucchero. Fate questa operazione con attenzione, perché le pere devono prima bagnarsi uniformemente e poi, altrettanto uniformemente, per quanto possibile, rimanere cosparse di zucchero.

Mettete in forno per circa 30-40 minuti, o fintanto che le pere non siano belle morbide. Per controllare, pungete la parte più panciuta con uno spiedino.

Lasciate intiepidire, prima di servirle.

Il vino e lo zucchero insieme avranno formato, intorno alle pere, un goloso caramello, che mischiato all’acqua del fondo sarà diventato anche una salsina da usare per nappare le pere, al momento di servirle.

Ottime così, e secondo me perfette, possono essere arricchite con gelato alla crema o con panna montata.

Strategie: Potete prepararle in anticipo di qualche ora o di un giorno, e conservarle in frigorifero. Sono molto buone anche fredde, quindi sarà sufficiente toglierle dal frigo con giusto anticipo per gustarle a temperatura ambiente, oppure scaldarle per un minuto nel forno a microonde, a potenza massima.

La pera vista da Botero

pera,1997-botero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...