Budino di cavolfiore


budino di cavolfiore

Se avete un cavolfiore e, anziché un contorno, volete trasformarlo in un secondo, potete preparare questo gustoso budino.

Gli ingredienti per quattro persone:

  • 1 bel cavolfiore
  • ½ litro di latte
  • 50 grammi di maizena
  • 100 grammi di prosciutto cotto
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano grattuggiato
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • Sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura (complessivo): 1 ora

Levate al cavolfiore le foglie esterne più dure, se ne avesse, tagliate le cime (conservando il fusto centrale che servirà per una crema di verdura o per arricchire un minestrone) e mettetele a bagno in una ciotola d’acqua fredda dove avrete sciolto qualche cucchiaino di sale. Questa operazione permette di far uscire eventuali piccoli insetti che potrebbero essere nascoste tra le pieghe dell’ortaggio.

Lasciatelo a bagno una decina di minuti, quindi sciacquatelo, trasferitelo in una pentola, copritelo a filo d’acqua e lessatelo abbastanza al dente. Mettete nell’acqua un cucchiaino di sale, così sarà già sapido.

Mentre il cavolfiore cuoce, preparate una besciamella leggera, ovvero stemperate in circa metà del latte la maizena, quindi aggiungete tutto il latte e portate lentamente a bollore, mescolando sempre. Sentirete che la besciamella prende consistenza e si rassoda man mano che si scalda, e non serve aggiungere il burro. Salate e pepate a piacere. Io aggiungo anche una grattatina di noce moscata.

Tagliate il prosciutto cotto a dadini.

Scolate il cavolfiore in una ciotola grande e, con l’aiuto di una forchetta, schiacciatelo un po’ e dividetelo meglio che potete. Non è necessario fare un lavoro preciso, personalmente mi piace che mantenga un pochino di consistenza. Volendo, però, si può passare al mixer e farne una crema.

Accendete il grill del forno a 200°.

Aggiungete al cavolfiore la besciamella, il prosciutto e il parmigiano, e mescolate bene tutto.

Versate il composto in un tegame leggermente unto e cospargete con una nevicata di pane grattuggiato. Trasferite in forno a gratinare per una decina di minuti, ovvero finchè la superficie non è dorata.

Lasciatelo raffreddare una decina di minuti prima di servirlo, la besciamella trattiene il calore e si rischia l’ustione.

Strategie: Potete preparare in anticipo il cavolfiore lessato, e anche la besciamella, basterà lasciarla un pochino più liquida.

Variazioni sul tema: Naturalmente nulla vieta di fare una besciamella tradizionale, con 50 grammi di burro e 50 grammi di farina, così come si può fare una besciamella vegana, con latte di riso o di soia.

Anche se questo può sembrare un piatto “svuota frigo”, dove far convergere avanzi vari di verdure e salumi, suggerisco di non esagerare con la fantasia: il cavolfiore ha un gusto molto deciso che non si accorda con tutto.

Vini: Malvasia dei Colli Piacentini, Sauvignon

buon-anno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...