Anno nuovo … proviamo?


primo non sprecare

E’ iniziato un nuovo anno (ancora auguri!), sono quasi finite le feste, periodo di tradizionali libagioni piuttosto abbondanti, automatiche generatrici di inevitabili avanzi …

Spesso, nelle mie ricette, ho inserito qualche suggerimento al volo per aiutare a non sprecare i resti della cucina, o almeno a sprecarne il meno possibile.

Mi sembra di buon auspicio, e coerente con il nome di questo blog, iniziare l’anno ricapitolando tutti i possibili trucchi e suggerimenti che io ho scoperto nel tempo, per non sprecare.

La prima regola, molto semplice, è tenere in ordine (e puliti) frigorifero e dispensa. Io lo faccio regolarmente, e vi assicuro che serve, qualcosa scappa sempre.

Vediamo però in concreto che cosa possiamo fare con i veri avanzi, ovvero quelle quantità di cibo, cucinate o meno, che non basterebbero nemmeno per una porzione (altrimenti, si riscaldano e si finiscono):

  • Un pezzetto di formaggio, una fetta di prosciutto o altro affettato, mezza fettina di carne, un pezzettino di pesce ecc: tutti questi ingredienti possono essere inseriti all’interno dell’impasto di una torta salata, e se la quantità è davvero modesta, non influenzeranno il sapore
  • Un avanzo di carne, anche crudo, si aggiunge al minestrone (e poi si frulla con il minestrone)
  • Anche la crosta del parmigiano si cuoce con il minestrone, e vi garantisco che dopo aver provato una volta, non ne farete più a meno. La crosta cotta non si frulla, ma si mangia ed è buonissima
  • Il sugo dell’arrosto può condire una pastasciutta, oppure lo si può aggiungere, durante la cottura (ricordarsi che è già soffritto), a un nuovo ragù o una nuova salsa
  • Pasta e riso già cotti e conditi sono ingredienti perfetti per frittate squisite
  • I brodi (di carne, di verdura) si possono congelare
  • Le verdure cucinate, magari riunite insieme con un minimo di attenzione all’armonia dei sapori, diventano la base per altre frittate o torte salate …
  • … e le torte salate si possono congelare

Sistemati gli avanzi natalizi, bisogna affrontare un problema che si pone tutto l’anno: gli scarti delle verdure. Andiamo al mercato, compriamo (e paghiamo) tot chili di prodotti, poi a casa ci vediamo costretti a buttarne mezzi perché troppo duri o comunque immangiabili. Qualche soluzione c’è:

  • Procuratevi un guanto scrub per pulire le verdure, così non ci sarà più bisogno di pelare le patate, le carote, i pomodori e altre verdure dalla scorza molto sottile
  • Le foglie esterne dei finocchi, la parte bianca degli asparagi, i torsoli di cavolo, cavolfiore e broccoli, i gambi esterni del sedano, le foglie esterne delle insalate o dei rapanelli: tutto questo può essere usato nella preparazione di squisite creme vegetali, da sole o con l’aggiunta di qualche patata, che non influenza il gusto. E’ possibile anche mescolare più verdure, facendo attenzione all’armonia dei sapori.
  • Alcune delle verdure indicate sono molto fibrose (finocchi, asparagi e sedano soprattutto) e necessitano, dopo una frullata con il minipimer, di un passaggio con il passaverduta.
  • I torsoli di cavolfiore e broccoli, una volta lessati, possono diventare un pesto per condire la pasta: più dietetico (frullati e conditi con olio e sale) o più saporito (saltati con uno spicchio d’aglio, un filetto di acciuga, un pizzico di peperoncino)
  • La parte verde delle foglie dei porri si trita e va benissimo nei soffritti, al posto della cipolla
  • Le foglie più dure dei carciofi si fanno seccare bene e si usano per preparare infusi e tisane. I gambi si mangiano come tutto il carciofo, e questo spero non sia in discussione.
  • Tutti i resti delle verdure, tritati e seccati nel forno (lavoro lunghetto, forno non troppo caldo e mescolate frequenti) servono per profumare minestre brodose o liquidi di cottura per pasta e riso. Attenzione! Sconsiglio di consumarli, ma di inserirli in un colino del tè o in una garza.

Chissà quanto ho dimenticato! Ma basta un po’ di fantasia per trovare anche nuove soluzioni

E infine … compriamo meno, compriamo meglio, informiamoci, consapevoli che, nel nostro piccolo, siamo importanti nell’economia globale. Non risparmiamo solo per noi, ma per il Pianeta.

pianeta terra

Annunci

7 pensieri su “Anno nuovo … proviamo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...