Sformato di cavolfiore


 

gratin-di-cavolfiore1

Le temperature del giorno, soprattutto se c’è il sole, sono ancora alte, ma ormai, anche in città, l’aria profuma inesorabilmente di autunno. I colori, la luce, persino i rumori sono cambiati. Anche al mercato incominciano a comparire i primi prodotti autunnali, come il cavolfiore. Forse era ancora una primizia, ma siccome mi piace molto, in più confortata dal fatto che pare faccia molto bene, ne ho acquistato uno, e l’ho preparato in versione “secondo piatto”.

Gli ingredienti, per i quali suggerisco un’aggiustatina a occhio secondo le dimensione del cavolfiore:

  • 1 bel cavolfiore non piccolo
  • 3 zucchine
  • ½ etto di prosciutto cotto
  • 1 fetta di emmenthal da 1 etto circa
  • Qualche cucchiaio di salsa di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 3 cucchiai olio evo
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano grattuggiato
  • sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti per il cavolfiore + 20 minuti in forno

Ho selezionato le infiorescenze del cavolfiore e le ho messe a bagno in acqua e sale per stanare eventuali insetti nascosti, quindi ho sciacquato bene e trasferito nella vaporiera, dove le ho fatte lessare. Nell’acqua ho aggiunto una foglia di alloro. (n.b. ricordarsi di tenere il torsolo del cavolfiore, da recuperare in un minestrone).

Intanto ho lavato e tagliato a fettine le zucchine e le ho rosolate rapidamente nell’olio con lo spicchio d’aglio. Ho salato, aggiunto la salsa di pomodoro e fatto finire di cuocere per qualche minuto ancora.

Ho tagliato a pezzettini il prosciutto e l’emmenthal e li ho aggiunti alle zucchine.

Ho acceso il forno statico a 180 gradi.

gratin-di-cavolfiore2

In uno stampo da plum-cake di silicone, ho messo una base ben compatta di ciuffetti di cavolfiore lessati, ho aggiunto l’insieme di zucchine, prosciutto e formaggio, ho coperto con i rimanenti ciuffetti di cavolfiore, ho completato con una bella spolverata di parmigiano grattuggiato.

Ho passato tutto in forno per circa 20 minuti, il tempo di ottenere una leggera gratinatura.

Il piatto è buono, completo e nutriente, purtroppo un po’ difficile da sformare perché gli ingredienti sono slegati e tendono a non rimanere compatti. Aiutandomi con due cucchiai, mi sembra di essere riuscita a fare porzioni gradevoli ed equilibrate nella presenza dei diversi ingredienti.

Strategie: E’ possibile lessare il cavolfiore in anticipo, e sempre in anticipo cuocere le zucchine, per assemblare tutto al momento di andare in tavola.

Variazioni sul tema: Questo piatto ben si presta al recupero di prosciutto e formaggi avanzati. Io ho scelto l’emmethal perché meno fastidioso per chi è allergico al lattosio, ma si può optare per una mozzarella, più filante, o una fontina, più saporita.

Vino: Malvasia dei Colli Piacentini

Un’opera mangereccia di Giovanni Segantini

segantini-prosciutti

 

Annunci

31 thoughts on “Sformato di cavolfiore

    1. Goditi l’estate che lì, mille chilometri più giù, andrà avanti ancora un bel po’. Qui è quel momento intermedio in cui non si trova quasi niente, e il poco che c’è non è granchè (o viene dalla Spagna)

      Liked by 1 persona

      1. Ciao, so che fa freddo, qui siamo a maniche corte, oggi un vento infernale sciroccoso.Per adesso non ci muoviamo, non so per le festività, se nostra figlia non viene giù.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...