Pasta con foglie di rapanelli e pomodori


pasta foglie di rapanello

Continuano i miei esperimenti con il recupero delle foglie dei rapanelli. Un’esperienza che ho l’onore di condividere con Stefan Gourmet

Qui ho preparato un sughino per la pasta, molto buono (secondo me), con un dettaglio del gusto leggermente sorprendente.

La presenza delle foglie di rapanello non aggiunge un particolare sapore al piatto, ma smorza l’acidità del pomodoro, che risulta così più pieno nel gusto e meno dolce.

Gli ingredienti sono di facile intuizione:

  • 320 grammi di pasta corta (più indicata degli spaghetti
  • 350 grammi (circa) di pomodorini
  • 1 mazzo di foglie di rapanello
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 manciata di anacardi
  • Olio evo
  • Sale

Tempo di preparazione e cottura: 30 minuti

E’ una pasta velocissima, ho incominciato mettendo subito sul fornello l’acqua per la pasta.

Ho messo a bagno le foglie di rapanello e i pomodori, e ho poi sciacquato tutto molto bene – nelle foglie c’è sempre parecchia terra.

In un tegame che potesse, poi, contenere anche la pasta, ho versato un paio di giri d’olio, ho fatto soffriggere lo spicchio d’aglio (sapete come si fa, vero? Si inclina il tegame di modo da raccogliere l’olio e far dorare l’aglio, che così non brucia).

Ho aggiunto le foglie di rapanello, appena tagliuzzate, e quando le ho viste appassite ho messo i pomodori tagliati a metà, o a quarti quelli un pochino più grossi. Ho salato.

Quando i pomodori sono stati quasi sfatti ho aggiunto gli anacardi, che devono cuocere poco perché sono molto teneri e perdono di croccantezza.

Nel frattempo ho cotto la pasta, l’ho ben scolata e fatta saltare pochi attimi nel sughetto.

Io propongo sempre il Parmigiano a parte, ma ci sta bene.

Semplice, economica, veloce … what else?

Mi accorgo di aver trascurato i consigli di lettura. Questo è un libro che ho trovato bellissimo nel testo ed estremamente chiaro nella cronaca storica. In onore di Stefan.

Il mondo di ieri

 

 

Annunci

47 pensieri su “Pasta con foglie di rapanelli e pomodori

  1. Mamma che fa la spocchiosa “che già lo sa”, mah! Io le fornisco idee riciclo e lei niente. Mi piace a me, ottima per i sani venerdì!
    P.s. visto che mi sono fatta il week – end a fingere di studiare (perché in realtà giocavo col telefonino) non so se hai già fatto questa ricetta: foglie di barbabietola rossa e fagioli! Buonissima!

    Liked by 1 persona

  2. Le ricette del recupero sono le mie preferite. É bello poter usare al meglio ogni singola parte dei cibi. É anchr un modo per rendergli onore! Bhe le foglie dei ravanelli le ho usate nelle insalate e secondo me sono ottime cosí come quelle dei cavoli. Ma la tua pasta ha una marcia in più e stupenda sarà che io ho un debole x il pomodoro! A volte co faccio pure colazione! 🙂

    Mi piace

  3. celeste ha detto:

    Se passi dalla Milva ne trovi a bizzeffe, di foglie di barbabietola, c’è un posto (l’orto di fede) dove le vendono a parte, tutte colorate. Le posterò… Ma guarda te, stamattina, a forza di curiosare per i blog mi è venuta voglia di riaprire… Ma poi mi passerà 😛 Un abbraccio forte ❤

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...