Ricaricare le energie con i colori del cibo


Buongiorno a tutte e a tutti e buona estate!
Quando ho letto questo articolo su Alterego Blog, ho pensato subito che fosse quello giusto per iniziare bene, insieme, la stagione che ci attende.
Che l’energia sia con noi!

Lo sapevi?
I colori del cibo, sono evocativi, per i nostri occhi e anche per il nostro palato
Il colore è in grado di fare stare meglio il nostro stato d’animo; e va da se anche la nostra salute

Sembra incredibile ma è proprio così
Ciò che scatena il colore di un cibo, nel nostro cervello; è l’anticipo dell’assaporare il cibo stesso; il piacere del poterlo mangiare, facendo aumentare salivazione e soddisfazione interiore
I colori (anche quello di cibi) sono i migliori alleati a livello inconscio, ci avevi mai pensato?

Le proprietà organolettiche dei cibi e i loro colori

ROSSO, è il cibo che ci regala energia

I cibi di colore rosso, sono innanzitutto predominanti per le loro proprietà nutritive, rigenerano e combattono i radicali liberi; sono quelli che tengono a bada il colesterolo nel sangue e ci aiutano a prevenire il rischio tumorale
Non poca cosa se pensiamo a quanti cibi di colore rosso amiamo!
Il peperoncino, le fragole, l’anguria, i pomodori, le ciliegie i rapanelli ed i mirtilli rossi; senza dimenticarci della arance sanguinelle

I cibi di colore rosso, ci regalano la sensazione di potenza, di energia pura
Donano fiducia in se stessi e richiamano alla sensualità; del successo e della sicurezza in se stessi
Abbattono la sensazione della depressione, dell’umoralità negativa; mangiamo ROSSOquando abbiamo bisogno di vitalità!

Vuoi concentrazione e relazionarti meglio con il prossimo?
Scegli Cibi colore Giallo e Arancione

Questi colori nei cibi, evocano l’estate, solarità e energia che inducono a  ottimismo e concentrazione
Il Betacarotene è la giusta carica che troviamo nei cibi gialli e arancione

Il colore del cibo arancione; è l’ideale da presentare a tavola, o come spuntino ai bambini, poiché  stimola l’appetito
Inoltre, cosa da non sottovalutare i cibi con colori giallo arancione; contengono elevatevitamine e sostanze nutrienti utili per le ossa, combattono i radicali liberi, e aiutano la tonicità della pelle

Quindi dalle carote, alla zucca, dall’arancia al melone, albicocche e ananas limoni mais percocche mandarini; scatenatevi!

Il cibo verde energizzante per serenità e relax

I cibi di colore verde, sono stimolanti del nostro sistema immunitario, una cosa non da poco oserei dire!
Fonte d’ispirazione che evoca la natura, con tutta la sua flora, è uno sprone al relax e alla distensione spirituale

Quindi via libera a carciofi, asparagi, basilico mentuccia per insaporire insalatone estive, oppure uva piselli, cavoletti di Bruxelles; kiwi, pere peperoni e fagiolini

Ricaricare l’eros e dare una spinta alla fertilità

 

I cibi dai colori neroviola o dalle connotazioni bluastre, anche se potrebbero dare l’impressione d’intristire, sono esattamente all’antipode di questa sensazione

Al contrario rendono viva la sensualità, ispirano l’eros e hanno proprietà naturali utili a combattere infiammazioni, incentivando le capacità d’assorbimento di talune sostante nutritive, ad esempio calcio ed i sali minerali; inoltre hanno una forte connotazione erotica, ispirata alla natura femminile, oltre ad avere come simbolo la fertilità

I cibi di colore viola risultano essere altamente digeribili per l’organismo, la loro assunzione può anche essere serale, non dando senso di pesantezza
Mirtilli, melanzane, prugne, fichi anche olive nere, uva e anche il caffè

Caffè the pepe ecc, sono da considerarsi eccitanti e quindi vanno assunti con una certa attenzione

Il colore bianco, energizzante verso la sensazione di purezza e di equilibrio interiore

I colori del cibo che tendono al bianco, simboleggiano purezza ed equilibrio interiore
Sia il finocchio e ad esempio lo zenzero; aiutano a depurare l’organismo
Anche se poco gradito l’aglio ha lo stesso effetto purificante; inoltre è un regolatore naturale della pressione sanguigna, oltretutto, è un eccellente antibiotico naturale contro le infezioni gastrointestinali ed è in grado di abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue
Banane e cipolle bianche aiutano il sistema immunitario


La banana inoltre è un meraviglioso energizzante, poiché ha svariati zuccheri naturali e può aiutare contro la depressione
Le proprietà della banana sono anche positive verso il controllo la pressione sanguigna, ma questo frutto si rivela importante anche per contrastare la stitichezza e il bruciore di stomaco.
Sempre la banana è in grado di inibire l’acidità di stomaco e di calmare i nervi

Annunci

Torta salata di zucchine trombetta con semi di sesamo


Le zucchine trombetta sono una varietà molto diffusa nella riviera ligure di Ponente, tanto da essere denominate anche zucchine di Albenga. Furono infatti i marinai liguri a importarle dal Nord America. Somigliano alle zucchine classiche, ma sono ben riconoscibili: molto più lunghe e un po’ arrotondate. Anche il sapore e la consistenza hanno note diverse: più dolci, più tenere e, insieme, più croccanti.

In Liguria si trovano facilmente; in questa stagione sono ancora considerate primizie e costano un po’ di più, ma in piena estate il loro prezzo è livellato a quello delle zucchine tradizionali.

Questa semplice torta ne esalta le qualità e la leggerezza, e come tutte le torte salate è gradevole in estate, in quanto si può consumare sia tiepida che fredda

Gli ingredienti per una tortiera di circa 25 cm. di diametro:

  • 3 zucchine trombetta di medie dimensioni
  • 1 vasetto di yogourt
  • 2 uova intere
  • 4 cucchiai di Parmigiano reggiano grattugiato
  • Pasta per torte salate fatta con 200 grammi di farina
  • 2 cucchiaini di semi di sedano
  • ½ spicchio di aglio
  • 3 cucchiai di olio evo
  • Sale

Tempo di preparazione (con la pasta già pronta e riposata): 20 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti + 30 minuti circa

Forse avete già capito come si fa

Ho spuntato le zucchine, le ho ben lavate e tagliate a rondelle di 3-4 mm di spessore.

Le ho messe in padella con l’olio, pochissimo aglio affettato finemente, e le ho fatte cuocere a fuoco dolce, mescolando spesso e badando che non bruciassero. Ho salato a metà cottura.

Quando le ho sentite morbide, le ho tolte dal fuoco, ho aggiunto lo yogourt per raffreddarle, poi le uova e il Parmigiano.

Ho acceso il forno statico a 180°

Ho steso la pasta piuttosto sottile e con quella ho foderato la tortiera leggermente unta

Ho versato il composto livellando bene, quindi ho ripiegato i bordi della pasta, e ho sparso sulla superficie i semi di sesamo.

Ho passato in forno per circa 30 minuti, verso la fine ho aumentato il calore a 200° per favorire la doratura della superficie

È buona e delicata, con la freschezza delle zucchine e il sapore pieno e dolce del sesamo.

Si può servire sia tiepida che a temperatura ambiente, un po’ come tutte le torte salate.

Si conserva in frigorifero tre o quattro giorni senza nessun problema

Variazioni sul tema: Il sapore di questa torta è particolare, in quanto mette a contrasto la dolcezza delle zucchine trombetta con la fragranza stuzzicante del sesamo. Naturalmente qualunque verdura, o anche un mix di verdure, può essere utilizzata con buon risultato.

Povertà alimentare, nel 2017 2,7 milioni gli italiani senza cibo


Povertà alimentare, nel 2017 2,7 milioni gli italiani senza cibo

Ma nel bidone alimenti per 16 miliardi di euro

ansa antispreco.PNG

 

Buongiorno! Oggi vi lascio questo articolo relativo a un rapporto della Coldiretti, dal quale emerge un contrasto preoccupante: in Italia coesistono persone che non guadagnano abbastanza nemmeno per mangiare, e altre che buttano cibo per l’astronomico valore di oltre 16 miliardi di euro l’anno.

Credo non ci sia altro da aggiungere. Buona lettura.

(ANSA) – Sono 2,7 milioni gli italiani costretti, nel 2017, a chiedere aiuto per mangiare attraverso le mense dei poveri o i pacchi alimentari. E’ quanto emerge dal rapporto Coldiretti sulla povertà alimentare presentato nell’ultima giornata del Villaggio della Coldiretti ai Giardini Reali di Torino. Tra le categorie più deboli si contano 455mila bambini sotto i 15 anni, quasi 200mila anziani sopra i 65 anni e circa 100mila senza fissa dimora.

Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè, quasi 3 italiani su 4 (71%) hanno diminuito o annullato gli sprechi alimentari: dal ritorno in cucina degli avanzi ad una maggiore attenzione alla data di scadenza, ma anche la richiesta della family bag al ristorante e la spesa a chilometri zero, dal campo alla tavola, con prodotti più freschi che durano di più. Eppure nel bidone dell’immondizia finiscono ancora oltre 16 miliardi di cibo l’anno: gli sprechi domestici, secondo la Coldiretti, rappresentano in valore ben il 54% del totale e sono superiori a quelli nella ristorazione (21%), nella distribuzione commerciale (15%), nell’agricoltura (8%) e nella trasformazione (2%).

Per aiutare i bisognosi Coldiretti e Campagna Amica lanciano dal Villaggio #stocoicontadini di Torino la ‘spesa sospesa’, a favore della Caritas, che mutuando l’usanza campana del ‘caffè sospeso’ consente di fare la spesa per i più bisognosi. Diversi anche i consigli per ridurre lo spreco, come leggere la scadenza delle etichette e riscoprire le ricette degli avanzi.(ANSA).

Qui l’articolo originale

copertina

 

Il Gusto di non Sprecare: le verdure ripiene (da una ricetta amica)


 

Alice è una giovane blogger che si è prefissa l’arduo compito di imparare a preparare 30 piatti fondamentali entro i suoi 30 anni = 30 prima dei 30

Tra le ricette che propone ho scelto questa, e i motivi sono più di uno:

le verdure ripiene sono uno dei piatti che mi piacciono di più in assoluto

si prestano benissimo a recuperare qualche piccolo avanzo in frigorifero

sono buone tutto l’anno, e perfette in estate

Questa è la ricetta di Alice, e se volete visitare il suo blog, lo trovate qui:

30 PRIMA DEI 30. #3: POMODORI RIPIENI DI RISO VS. BARCHETTE DI ZUCCHINE RIPIENE

Ricetta numero 3, che cade a fagiolo per questo periodo di picnic, brunch e grigliate all’aperto. Le verdure ripiene sono bellissime da vedere, sono gustose e sono un modo alternativo di riciclare gli ingredienti che abbiamo in frigo. Se organizzate un pranzo take away non sfigureranno di fianco a panini e torte salate e saranno il tocco di classe del vostro picnic.

Qui trovate la mia proposta per preparare i pomodori ripieni di riso, una versione non tradizionale ma perfetta per le sere d’estate. A seguire, una mia proposta per creare zucchine ripiene a tempo di record.

Pomodori ripieni di riso

[Ingredienti]

  • pomodori tondi [6]
  • riso [250 grammi]
  • zucchine [2]
  • peperoni [2, rosso e giallo]
  • cipollotto [quanto basta]
  • basilico [qualche foglia]
  • olio [quanto basta]
  • sale grosso [quanto basta]

[Ricetta]

  1. Tagliare i pomodori separando con un taglio orizzontale la parte con il picciolo dalla parte rimanente in modo da avere una calottina che decorerà i pomodori appoggiandosi sopra il ripieno.
  2. Svuotare il pomodoro facendo attenzione a non romperlo e mettere i semi e la polpa in una padella.
  3. Tagliare le zucchine e i peperoni a dadini e il cipollotto a rondelle sottili e aggiungerli alla polpa di pomodoro precedentemente estratta. Far saltare le verdure in padella con un filo di olio, un pizzico di sale e il basilico e portarle a cottura.
  4. Portare ad ebollizione abbondante acqua salata e cuocervi il riso, lasciandolo leggermente al dente.
  5. Condire il riso con le verdure saltate in padella.
  6. Riempire i pomodori con il riso e completare la decorazione con le calottine di pomodoro.
  7. Infornare per un’ora circa a 180° per circa 45 minuti.

Zucchine ripiene di carne

[Ingredienti per 4 zucchine]

  • zucchine chiare [4]
  • carne macinata di manzo scelta [300 grammi]
  • speck affettato [100 grammi]
  • formaggio grattugiato [100 grammi]
  • ricotta [un paio di cucchiai]
  • sale [quanto basta]

[Ricetta]

  1. Tagliare le zucchine a metà per la lunga e togliere i semi con l’aiuto di un coltellino e di un cucchiaino.
  2. In una ciotola mescolare la carne macinata, il formaggio grattato, la ricotta, lo speck tagliato a striscioline e la polpa delle zucchine tagliata a tocchetti. Aggiustare di sale.
  3. Farcire le zucchine per formare le barchette, quindi disporre su una teglia e cuocere in forno a 180° per circa 30-35 minuti (controllare il livello di cottura delle zucchine).

Il consiglio: per questa preparazione è possibile utilizzare anche le zucchine bombetta che sono molto belle da vedere una volta impiattate. Basterà tagliarle come i pomodori, separando la calottina dal resto della zucchina e riassemblando la zucchina una volta inserito il ripieno.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_50e8

 

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue


Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

Vi porto la mia esperienza: sono donatrice da quando ho potuto incominciare a farlo.

Ho sempre donato regolarmente, interrompendo solo per cause di “forza maggiore” (gravidanze e allattamento), modulando la frequenza secondo la mia sensibilità

Dalla donazione di sangue ho avuto solo vantaggi: esami del sangue gratuiti di routine, approfondimenti al bisogno, screening periodici e test specifici relativi a qualche mio disturbo

Se siete già donatori, allora è un piacere trovarci anche qui

Se non lo siete, fateci un pensierino, sono sicura che non ve ne pentirete

Vi lascio il programma per la giornata del Policlinico di Milano, ma vi ricordo che si può donare in ogni ospedale, si può quindi scegliere quello più comodo e più vicino a casa

 

Buona Giornata del Donatore a tutti!